Bongo e strumenti a percussione

Come accordare un bongo

Chi non ha mai suonato un bongo? Uno strumento che, anche soltanto tenendo il ritmo, trasmette subito allegria e spensieratezza. Il suono inconfondibile ci permette di immaginare antiche tribù africane pronte a celebrare riti, feste e danze. Ma non solo, è anche uno strumento molto utilizzato nella musica latina, grazie alle sue capacità di dare quel tocco di esotico alla melodia.

Il bongo è uno degli strumenti a percussione più usato, sia dagli appassionati di musica che dagli artisti professionisti. Sei curioso di scoprire come si accorda? Allora continua con la lettura!

Accordare un bongo in poche mosse

Composto da un risuonatore in legno a corpo doppio, ricoperto da una membrana sintetica, il bongo è uno strumento musicale piuttosto semplice da suonare. Infatti è sufficiente percuoterlo con una o più dita, in base all’intensità ricercata, per produrre fin da subito melodie uniche. Non serve molta preparazione tecnica per essere in grado di suonarlo, basta avere un buon orecchio ritmico e il resto verrà da sé.

Il bongo originale si suona a coppia di due, con un tamburo di dimensioni più grandi, chiamato “hembra”, e l’altro più piccolo, chiamato “macho”. Questi modelli sono in grado di riprodurre rispettivamente due tonalità ben distinte, una più grave e l’altra più acuta.

I tamburi sono fissati tra loro tramite una barra di legno che li tiene ben uniti. In questo modo, trovandosi alla stessa altezza, sarà più semplice suonarli contemporaneamente.

Riuscire ad accordarlo correttamente non è complesso e ha poco a che vedere con la procedura per accordare una chitarra o un qualsiasi altro strumento. Vediamo subito quali sono le modalità per ottenere suoni diversi e riuscire così a produrre melodie ritmiche sensazionali.

Per prima cosa posiziona i tamburi tra le ginocchia, o se preferisci su un apposito supporto, tenendo il bongo più grande alla tua destra. Se sei mancino dovrai posizionarlo alla tua sinistra. Inizia a prende confidenza con lo strumento picchiettando con le dita e con il palmo per scoprire poco a poco i suoni che produce la membrana. Per modificare il suono potrai posizionare la mano sulla membrana e provare quindi a colpire il tamburo con l’altra mano. Hai sentito la differenza?

Un effetto particolare che può essere ottenuto facilmente è quello dello scivolamento. Si tratta di un suono prodotto dallo sfregamento del dito medio, sorretto dal pollice, lungo la membrana superiore. Puoi provare anche a inumidirlo con la cera d’api, per ottenere un effetto ancora più marcato.

A questo punto non ti resta che esercitarti a suonare! Puoi concentrarti inizialmente sul “macho”, provando a dare quattro colpi seguendo questa sequenza: pollice, medio, pollice, medio e infine accentua il primo colpo del pollice quando inizi la secondo sequenza. Usa il “macho” come metronomo. In questo modo sarai in grado di tenere il tempo e di suonare a tuo piacere la “hembra”.

Ricorda sempre di tenere il ritmo, mi raccomando!

Quale bongo scegliere per iniziare a suonare

Hai iniziato a tamburellare sul tavolo per provare la sequenza che ti abbiamo proposto? Allora hai proprio bisogno di trovare il bongo per iniziare a suonare!

Vogliamo iniziare consigliandoti un modello che si allontana dall’idea più comune di bongo. La Natal ha realizzato i Bongos Metal Silver, offrendo una nuova visione ben diversa da quella tradizionale. I tamburi sono rivestiti da accessori metallici e caratterizzati da una membrana che ne garantisce il suono inconfondibile.

Bongos Metal. Silver - NATAL
Bongos Metal. Silver – NATAL

Resistere al fascino dello stile moderno è difficile lo sappiamo. La Natal ha provato a creare ancora più contrasto, tra l’immagine suggerita da questo strumento e un design essenziale e moderno, con i Fibreglass Bongo White. Ma come, uno strumento che ricorda l’Africa e le danze sudamericane completamente bianco? Ebbene sì! Il risultato è davvero unico.

Fibreglass Bongo White - NATAL
Fibreglass Bongo White – NATAL

Non sai resistere al fascino della tradizione? Tranquillo, c’è un bongo anche per te! Oyster ha realizzato i Bongos FLT105, realizzati in legno con la tipica membrana sintetica nella parte superiore.

Bongos FLT105 6/7" - OYSTER
Bongos FLT105 6/7″ – OYSTER

Siamo riusciti a soddisfare le tue esigenze? Se sei curioso di scoprire tutti i modelli di strumenti a percussione presenti nel nostro shop online allora visita la pagina dedicata!

Come accordare un bongo ultima modifica: 2016-11-02T09:00:38+00:00 da Francesca
Condividi questo articolo

2 pensieri su “Come accordare un bongo

  1. Non sapevo come accordare i bongos. Dopo aver letto questo “illuminante” articolo ho scoperto che non si accordano come la chitarra. Ho capito tutto!!!!!

    1. Buongiorno Maurizio,
      grazie, siamo sempre contenti di offrire utili informazioni ai nostri lettori. Buona giornata!
      Il team Dal Maso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *