Come si suona lo xilofono

Come si suona lo xilofono

Lo xilofono è uno strumento a percussione apprezzato da grandi e bambini. Colorato, allegro e armonioso è in grado di trasmettere una spensieratezza che ci fa sentire subito più sereni. Insomma, nessuno sa resistere alla voglia di tamburellare sui suoi tasti per riscoprire melodie uniche.

E così anche tu, sei rimasto così incantato dallo xilofono e hai deciso di imparare a suonarlo? Ottima decisione! Se hai una band o ti diletti a creare composizioni con il tuo strumento musicale, lo xilofono è perfetto per dare quel tocco in più alla tua musica.

Vuoi scoprire come si suona? Allora sei nel posto giusto!

Partiamo dalle basi: com’è fatto lo xilofono?

Lo xilofono nasce nell’Asia sud-orientale intorno al XIV secolo. Ha una forma molto semplice che può essere personalizzata nei colori e nei materiali.

Come ben saprai, la struttura è composta da due file di barre di legno: la fila del piano superiore è riservata alle note alterate, mentre quella inferiore è utilizzata per le note naturali.

Per suonare lo strumento è necessario utilizzare delle bacchette, anche chiamate mazzuole, che ti serviranno per percuotere le barre e creare le tue melodie. Per iniziare, ti suggeriamo di utilizzare le bacchette più corte e rendere più semplice la prime lezioni.

È fondamentale che le mazzuole siano in legno, con la parte superiore arrotondata, per garantire alle barre di produrre la melodia desiderata. In base alla lunghezza delle bacchette è possibile modificare il suono dello xilofono: più le mazzuole sono lunghe, più grave sarà il suono che riuscirai a ottenere. Ecco perchè non dovrai preoccuparti di accordare lo strumento, l’intensità del suono è strettamente connessa alla dimensione delle bacchette.

Molti musicisti scelgono di suonarlo con 4 bacchette ma è molto frequente, soprattutto quando si è alle prime armi, utilizzare solo due mazzuole.  E quando sarai più bravo potrai farlo anche con 6 bacchette!

Ma come si suona lo xilofono?

Molti sottovalutano la complessità di questo strumento. Certo questo non è il tuo caso, visto che sei arrivato fino al nostro articolo! 😉

Per iniziare, ecco cosa devi fare:

  • Impugna le bacchette tenendole tra l’indice e il pollice, assicurandoti di avere una buona presa in modo da utilizzare il movimento del polso per dare un colpo deciso sul tasto;
  • Colpisci il tasto sempre nella parte centrale, sia i cromatici che i diatonici. Utilizza il bordo dei tasti cromatici solo se la melodia richiede dei passaggi molto rapidi;
  • La posizione delle mani e dei gomiti dovrà formare una figura triangolare. In questo modo potrai suonare lo xilofono con più semplicità.

Semplice vero? Abbiamo ancora qualche dritta da darti.

Le note dello xilofono si riferiscono ai tasti centrali del pianoforte, più precisamente quelli sopra e sotto il DO 3. Prima di lanciarti nella sperimentazione dello strumento ti ricordiamo che dovrai dedicare un po’ di tempo allo studio della musica. Anche in questo caso infatti, la teoria è una parte essenziale che ti permetterà di gestire con maggiore padronanza lo strumento. E infine, ascolta il suono! Questa è la parte più complessa ma necessaria per tradurre le melodie che hai in testa in composizioni perfette.

Non sai resistere al fascino delle percussioni e vuoi diventare un vero musicista professionista? Nel nostro shop puoi trovare una ricca selezione degli strumenti più ricercati: visita la pagina e trova lo strumento a percussione per le tue esibizioni!

Come si suona lo xilofono ultima modifica: 2017-05-23T09:00:17+00:00 da Francesca
Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *